7 febbraio 2024

Reddito alimentare a Palermo, entro fine marzo il progetto


Due milioni di euro l’anno saranno destinati alla sperimentazione del Reddito alimentare nei Comuni capoluogo delle Città Metropolitane di Genova, Firenze, Napoli e Palermo. Il Reddito alimentare rappresenta un aiuto per le persone in condizione di grave povertà e consiste nella distribuzione gratuita, di prodotti alimentari invenduti perché vicini alla scadenza o con confezioni deteriorate



Reddito alimentare a Palermo, entro fine marzo il progetto

Buone notizie per le famiglie palermitane che si trovano in stato di povertà assoluta. La città metropolitana  presenterà entro la fine di marzo al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali un progetto di “Reddito alimentare” che, attraverso azioni di solidarietà sociale che gestiscano le eccedenze di cibo, contribuiscano alla riduzione dello spreco alimentare.

A partire dal 2024 il Ministero dispone infatti di due milioni di euro l’anno destinati alla sperimentazione del Reddito alimentare nei Comuni capoluogo delle Città Metropolitane di Genova, Firenze, Napoli e Palermo.

Il Reddito alimentare rappresenta un aiuto per le persone in condizione di grave povertà e consiste nella distribuzione gratuita, anche tramite gli Enti del Terzo Settore, di prodotti alimentari invenduti dei negozi della distribuzione alimentare, in quanto non idonei alla vendita, ad esempio a causa delle confezioni rovinate o perché prossimi alla scadenza. Utilizzando questo strumento si raggiunge un duplice obiettivo: combattere lo spreco alimentare e fornire un aiuto concreto alle persone in condizione di povertà assoluta e a coloro che hanno difficoltà a fare la spesa quotidiana.

I progetti presentati da Palermo e dalle altre città scelte per la prima sperimentazione della misura, coinvolgeranno soggetti pubblici o Enti del Terzo settore, già attivi nell’ambito dell’assistenza alimentare a persone in condizione di grave deprivazione materiale, e operatori del settore alimentare che si renderanno disponibili a donare i prodotti alimentari invenduti.

Per consentire il corretto tracciamento dei prodotti alimentari e delle fasi di presentazione, gestione, controllo e rendicontazione dei progetti, il Ministero del Lavoro ha realizzato un sistema informativo gestionale specifico, che sarà attivo anche per la ricezione delle progettualità a partire dal 22 febbraio.

Le proposte progettuali dovranno essere presentate nelle modalità indicate all’articolo 12, entro le 13:00 del 31 marzo 2024.


® Riproduzione riservata
Condividi:
Tags:

Astrotarocchi del giorno

a cura di Cristina Olmi

Weather for the Following Location: Sicily map, Italy

Social Media